Vai al contenuto
Home » Blog » Come trovare nuovi clienti con il blog aziendale

Come trovare nuovi clienti con il blog aziendale

Come trovare nuovi clienti con il blog aziendale

Chi è responsabile dell’intera strategia di marketing di un’azienda è chiamato a gestire ricerche di mercato, analisi della concorrenza, pubblicità, pubbliche relazioni e materiale di vendita. Che senso ha tutto questo?

Oltre a mantenere i clienti esistenti, l’obiettivo principale è portarne di nuovi. In che modo? Tramite il blog aziendale.

Il sito web di un’azienda è un altro aspetto vitale del marketing. È un luogo dove i consumatori si recano per saperne di più sui prodotti o servizi e, se utilizzato correttamente, può essere una fonte significativa per attirare nuovi clienti.

Più si utilizza il blog, più in alto sarà la posizione dell’attività nelle ricerche online. Di conseguenza, si otterranno più visitatori sul sito Web, il che porta più lead da coltivare e da convertire in vendite. In questa guida sono presenti suggerimenti su come ottenere nuovi clienti dal blog.

Iniziare con un piano per costruire strategie e obiettivi

Se non si ha idea su come creare argomenti per i post del blog che il pubblico di destinazione vuole leggere, o se il blog non viene aggiornato da diversi anni, o se l’azienda non possiede affatto un blog, mancano le basi di marketing per ottenere nuovi clienti. Tutto questo è dovuto, con molta probabilità, alla mancanza di pianificazione.

Prima di digitare una parola del blog, indipendentemente dalle dimensioni dell’attività aziendale, è necessario un piano di marketing completo e legato alla consapevolezza del prodotto dell’azienda e agli obiettivi di vendita.

Un piano di blogging è un insieme di strategie su come il blog raggiungerà l’obiettivo di attirare nuovi clienti. Le strategie sono piani più ampi e più generali su come affrontare il marketing attraverso i blog. Gli obiettivi sono tattiche più specifiche che si desidera implementare all’interno di un quadro strategico.

Ad esempio, supponiamo che l’azienda produca spazzole per capelli e che voglia lanciare una nuova linea di spazzole da viaggio che si ripiegano e si adattano facilmente a un bagaglio a mano. 

Le principali strategie di marketing potrebbero essere creare consapevolezza del nuovo prodotto raggiungendo i viaggiatori e vendere un numero X di unità durante una fiera dedicata ai viaggi. Gli obiettivi del blog per raggiungere questo obiettivo potrebbero includere:

  • blog sulla fiera, per far sapere ai lettori che l’azienda sarà presente;
  • creare contenuti settimanali sui viaggi all’interno del blog;
  • invitare blogger esperti di viaggi nel blog;
  • creare vlog (video blog) con suggerimenti vari sui viaggi;
  • organizzare un concorso attraverso il blog, regalando campioni di spazzole.

Quando viene impostato il ​​calendario, tenere sempre a mente questi obiettivi:

  • aumentare la consapevolezza del marchio;
  • coinvolger i lettori;
  • aumentare il traffico del sito web;
  • migliorare la visibilità sui motori di ricerca;
  • generare e coltivare lead;
  • mantenere i clienti esistenti;
  • aumentare il ROI del marketing.

Conoscenza del proprio pubblico

Per restringere gli argomenti del blog, che fanno parte degli obiettivi, è necessario prima definire il proprio pubblico. Un blog per tutti è come un blog per nessuno. Questo potrebbe sembrare contro-intuitivo. Per il maggior numero di persone, bloggare non sembra essere il modo migliore per vendere la maggior parte dei prodotti.

Una spazzola pieghevole non è per tutti. Non è per le persone a cui piacciono le spazzole antiche da esporre sul loro tavolo da toeletta o per le persone che non viaggiano molto. Non è per le persone che pensano che la spazzola per capelli acquistata 22 anni fa sia l’unica necessaria e che averne una in più per viaggiare sia una spesa inutile. 

Il prodotto è soltanto adatto per i viaggiatori e le persone che apprezzano avere prodotti per la toelettatura a portata di mano e che occupano poco spazio, magari studenti, donne che portano piccole borse e uomini che vogliono una spazzola da mettere in tasca.

Ora che è stato ristretto il pubblico, si possono indirizzare meglio i contenuti per raggiungerlo. Spostare l’attenzione sul marketing dal marchio al cliente è una strategia intelligente. 

Man mano che la vendita diventa più personalizzata, i clienti si aspettano che i marchi li soddisfino. Conoscendo intimamente il cliente, fare questo si può.

Se la base dei clienti non è così chiaramente definita come nell’ipotetica situazione sopra, bisogna lavorare in questo modo:

  • analizzando web e social media;
  • valutando i marchi concorrenti;
  • indagando sui consumatori.

Una volta che è stato definito il proprio pubblico, andare avanti e creare un avatar per quella persona (potrebbero servirne diversi, come negli esempi di cui sopra):

  • Qual è l’età del cliente?
  • Cosa fanno per lavoro e per divertimento?
  • Dove vivono?
  • Quanto guadagnano e spendono?
  • Dove ottengono le loro informazioni?
  • Quali siti di social media usano?
  • Come interagiscono con i brand?
  • Cosa li motiva quando si tratta di acquistare?
  • Il tuo cliente è un individuo (B2C) o un’entità (B2B)?
  • E, soprattutto, quale problema può loro risolvere il prodotto o servizio?

Non è possibile sviluppare un elenco completo di obiettivi del blog finché non si comprende il proprio pubblico. Se si dispone già di un elenco di cose da fare per il blog, assicurarsi di perfezionarlo dopo aver ristretto il profilo del cliente.